Sessualità, astrologia e chakra

È tutto assolutamente collegato!

Lo sapevi?

La sessualità, partiamo da qui.

È parte dell’espressione della nostra energia vitale, è l’energia vitale stessa!

E anche una sua sfumatura direi – per farvi capire meglio.


L’astrologia è un’antichissima arte che studia la persona e la sua esistenza sulla terra attraverso gli astri: lo ha detto anche il noto astrofisico Carl Sagan che siamo fatti della stessa materia delle stelle. Insomma, nessuno se l’è inventato di sana pianta.

I pianeti, il cosmo, con la loro energia ci influenzano, ci trasformano, ci condizionano, ci danno le direzioni da seguire, poi, ovvio, siamo noi che camminiamo (o restiamo fermi) e quindi scegliamo.

Noi scegliamo, decidiamo: ma noi siamo anche energia, tempo ed emozioni.

I chakra sono centri di energia vibrante che consentono di avere una nostra visione interiore, rappresentano in qualche modo l’essenza di ciò che siamo.

Sono sette e irradiano energia da diversi punti, che immaginiamo essere lungo la spina dorsale e che formano un asse dalla base della colonna vertebrale fino alla sommità della testa.

Ora mi sembra chiaro che

a. stiamo parlando dell’essere umano

b. stiamo parlando di energie.


Il chakra sacrale (il secondo) fra le altre cose è associato alla nostra energia sessuale e se dovessimo farlo parlare direbbe: «io posso».

Una cosa simile la dice Marte, pianeta per eccellenza associato (fra le altre cose) all’energia sessuale. Ma di fatto anche il primo, il chakra della radice è in analogia con la forza marziale.

In astrologia ci sono poi molti altri significatori connessi alla nostra energia sessuale e magari, se vi andrà, li vedremo strada facendo, ma qui soffermiamoci su Marte.

C’è un piccolo testo dedicato tutto al “pianeta del sesso” di Susanna Schimperna che suggerisco di leggere anche se non siete troppo dentro la materia e che mette in evidenza gli aspetti “sessualizzanti” del pianeta.

Marte di fatto è l’azione che guida i nostri bisogni, il nostro istinto e, in base a dove è posizionato nel nostro tema natale (segno e casa) e a come interagisce con gli altri pianeti (aspetti planetari), ci consente di abbozzare uno schema chiaro di come siamo rispetto alla nostra energia sessuale.

Se il secondo chakra dice «io posso», il primo dice «io ho»: è un pochino più consapevole e fa un passetto in più verso quella consapevolezza che nel tema natale possiamo vedere sia negli aspetti di Marte con il Sole che in quelli di Mercurio (pianeta legato anche all’intelletto).

La sessualità è bisogno, desiderio, consapevolezza e piacere.

Vi lascio qui, fra le mie tante parole, alle vostre conclusioni e aspetto di sentire i vostri pensieri:

Come siete rispetto alle affermazioni dei due chakra sessualizzanti?

Cosa sentite di “avere” e cosa di “potere”?

Autore

  • Alessandra é una consulente di Energia Evolutiva Sessuale, laureata in Semiotica nel 2011 con una Tesi sul Bondage. É un'appassionata nonché studiosa di Astrologia Classica e Moderna. Alessandra si occupa di aiutare le persone ad affrontare le problematiche connesse ad un uso disordinato e disarmonico delle energie sessuali e comportamentali con focus anche nell’ambito delle relazioni. Crede fermamente che l'essere umano debba vivere in armonia seguendo e rispettando la propria natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbero interessarti anche

person holding dandelion flower

Il callo e la mente

«Se la salute mi ride e la serenità di un bella giornata, eccomi amabile; se ho un callo che mi fa dolere l’alluce, eccomi corrucciato, stizzoso e intrattabile»

Leggi tutto »